Progetti dal Camerun : orto, trivellazione , pompa sommersa, impianto fotovoltaico, motocoltivatore …

Carissimi Mondo e Rita,

sono appena rientrato dalla fattoria dove ho passato la serata di ieri e la notte;

la settimana prima avevo presentato a Robert il progetto per l’aumento della superficie a orto da voi proposto, lasciandolo con il compito di incontrare la gente del quartiere per vedere se un gruppo di una decina di persone si impegna a lavorare seriamente.

Il gruppo c’è, formato per di più da donne, e questo non è male, le donne lavorano di più e sono più costanti degli uomini. Anche per noi la proposta sarebbe di dividere in appezzamenti da attribuire ai singoli, ognuno essendo così responsabile del suo pezzo, con ridistribuzione di anno in anno, anche per favorire, come suggerisci tu, una certa rotazione e l’uso di sovescio (avevo lasciato i semi a Robert prima di partire, ma…… non ha fatto niente, quest’anno sarò qui io alla stagione delle piogge e lo faremo).
Per il metodo di irrigazione noi propenderemo per uno semi-tradizionale, senza tubi goccia a goccia. Si tratterebbe di fare una nuova trivellazione dedicata solo a questo, poi passare lungo un lato un tubo da 40, da cui escono delle vanne, una per persona, da cui poi ciascuno attinge l’acqua che vuole, sia utilizzando canalette, sia il loro metodo a quadrati separati da piccole dighe. Ci direte voi cosa ne pensate.
Per fare questo, oltre alla trivellazione, ci vorrebbe una pompa a 220, alimentata da una batteria di pannelli fotovoltaici (3 gruppi di 4 pannelli ciascuno, 130 watt, che si trovano qui), con 4 batterie da 150 Ah, un inverter da 2500-3000 w (da comprare in Italia quando vengo) e tre regolatori di carica da 30 Ah (anche questi possibilmente da comprare in Italia. Renato potrebbe forse venire in febbraio per la trivellazione.)
Per l’impianto fotovoltaico bisogna contare 200 euro per pannello (200 x 12= 2400 euro), le batterie sono a 215 euro l’una, quindi 860 euro, il resto da comprare in Italia non saprei, qui ho pagato i regolatori a 122 euro, l’inverter da 1500 watt a 350 euro, tutta roba cinese), la pompa sui 150 euro.
In caso decidessimo di passare all’opera Robert potrebbe partire in febbraio a Douala per comprare il motocoltivatore.
Passa questi dati anche a Ignazio, poi ci direte cosa ne pensate.
Non preoccupatevi per noi, non credo corriamo serio pericolo, qui siamo fuori dalla zona più calda e troppo lontani dalla frontiera.
Allora buon anno a tutti, anche noi abbiamo fatto qualche peccattuccio di gola in questo periodo, ma recupereremo, un abbraccio
Tonino